enitru

Vino e…Cioccolato

vino-cioccolato

Associare vino e cioccolato? Connubio difficile, considerato da molti ancora impossibile!

Qualcuno suggerisce di associare al cioccolato, specie se fondente, solo l’acqua, tutt’al più un distillato come rhum o cognac, perché la patina untuosa che il burro di cacao crea sulle papille gustative e la persistenza prolungata sono sempre state ritenute caratteristiche organolettiche improbabilmente abbinabili ad un vino.

Le cose stanno però cambiando; i dettami ferrei della sommelierie internazionale, soprattutto francese ed italiana sono stati influenzati dalle abitudini d’oltre oceano; californiani ed australiani considerano Cabernet Sauvignon, Merlot, Zinfadel (il nostro Primitivo) e Shyras (Shiraz, all’australiana) una vera leccornia da abbinare al cioccolato fondente.

Sono vini morbidi (ricchi perciò di glicerina ed alcool), con asprezze di tannini ed acidi poco presenti, sono potenti e molto rotondi (non dolci) tanto che non si lasciano sopraffare dal cioccolato.

Oggi i sommelier sono in grado di consigliare vini che si sposano perfettamente sia con dolci a base di cioccolato sia con barrette e praline che hanno percentuali molti elevate di cacao.

È una regola d’oro quella che dice che si può sempre trovare il giusto abbinamento e se partiamo dal presupposto generale che più è alta la percentuale di cacao nel cioccolato, più il vino deve essere aromatico, strutturato, persistente e necessariamente dolce, capirete che le possibilità che si aprono sono diverse.

A voi la scelta: se desiderate approfondire l’argomento venite a trovarci e disquisiremo di cioccolato e vini passiti, vini liquorosi, vini aromatizzati…